OCCASIONAL TABLE (realizzato in occasione della mostra analogico/digitale presso Subalterno 1)
Occasional table è un tavolino in ferro con piano forato atto a contenere oggetti realizzati attraverso la tecnica della stampa 3D.
Il piano del tavolo perde la sua funzione per la presenza di fori e gli oggetti stampati alloggiati al loro interno gli restituiscono la funzionalità accrescendone le prestazioni. Il tavolo risulta funzionante nel momento in cui coesistono l’elemento analogico (partein ferro) e l’elemento digitale (oggetti stampati). Gli oggetti stampati possono assolvere diverse funzioni e possono essere realizzati direttamente dall’utente finale in base alle sue necessità.

PROTOTIPO 2012, Progetto Andrea Gianni, foto Federico Villa.

C2/31 TRIPOD CHAIR, C2/40 LAMPADA TUBO (distribuiti da  Autoproduzioni Italiane). Oggetti realizzati per  assemblaggio di tubi  e raccordi  provenientti dal settore edile.

AUTOPRODUZIONE 2013, progetto andrea Gianni, foto Federico Villa.

VASI, vasi realizzati per incollaggio di strati fustellati di cartone tripla onda, le "facce" esterne sono realizzate tramite taglio manuale di scatole in cartone di recupero, all'interno del vaso viene realizzato uno spazio atto a contenere una provetta in vetro.

AUTOPRODUZIONE 2004, progetto andrea Gianni.

BIRBAR, lampada nomade realizzata per assemblaggio di oggetti in produzione.

AUTOPRODUZIONE 2006, progetto Andrea Gianni.

ALBA E MARINO, coppia di sgabelli con struttura in ferro e seduta realizzata con materiale pregiato di scarto proveniente dal settore tessile.

AUTOPRODUZIONE 2004, progetto Andrea Gianni.

TRAVASI, collezione di vasi realizzati assemblando oggetti in plastica di uso comune e/o di scarto e inglobando la forma ottenuta in un palloncino di pvc colorato.

AUTOPRODUZIONE 2013, progetto Andrea Gianni.

ASSO, lampade realizzate assemblando rocchetti di scarto proveniente dal settore tessile e materiale elettrico.

AUTOPRODUZIONE 2004, progetto Andrea Gianni.